2021 Comunicati stampa
 

I deputati australiani appoggiano Plant Based Treaty e chiedono una strategia globale per porre fine all'agricoltura animale al COP26

Contatto(i) per i media: [email protected]

Canada: Anita Krajnc +1 (416) 825-6080
Regno Unito: Nicola Harris +(44) 7597 514 343

Emma Hurst MP presenta una mozione che chiede al governo di presentare un piano di transizione verso un'economia basata sulle piante.

12 ottobre, 2021

Mentre la COP 26 si avvicina, un certo numero di politici australiani ha approvato il nuovo Plant Based Treaty che chiede ai leader mondiali di negoziare e attuare un accordo globale sulla transizione verso un'economia basata sulle piante.

Emma Hurst, MLC che sta emettendo un avviso di mozione nel Parlamento del NSW oggi dice:

"Come primo politico australiano ad appoggiare il sito Plant Based Treaty, sto presentando una Notice of Motion al Parlamento del NSW per chiedere al governo australiano di riconoscere l'impatto negativo dell'agribusiness industriale animale sul cambiamento climatico e di impegnarsi a sviluppare una strategia di transizione verso sistemi alimentari più sostenibili a base vegetale.

"In questo momento milioni di animali stanno affrontando il terrore del macello e la nostra crisi climatica si sta avvicinando al punto di diventare irreversibile. Dobbiamo smettere di ignorare la verità - l'agribusiness animale sta distruggendo il pianeta. Ma non è troppo tardi per una soluzione.

"Il nostro pianeta e tutti coloro che lo abitano sono in crisi, e questa crisi potrà solo peggiorare se i governi non riconosceranno che l'agribusiness animale è una delle maggiori cause del cambiamento climatico. Non possiamo più aspettare. Il momento di agire è ora".

L'avviso di mozione sostiene la nuova Plant Based Treaty iniziativa lanciata il 31 agosto 2021, che invita i governi nazionali a negoziare un trattato internazionale di riferimento - il primo del suo genere a mettere i sistemi alimentari al centro della lotta contro la crisi climatica. Il trattato ha anche ricevuto l'appoggio di Andy Meddick MP e Mark Pearson MP.

La mozione segue richieste simili nel parlamento britannico, dove 14 deputati hanno dato il loro sostegno a EDM 434 che chiede al governo di "utilizzare la COP26 a Glasgow come un'opportunità per essere un leader mondiale nel riconoscere l'impatto negativo dell'agricoltura animale industriale sul cambiamento climatico e impegnarsi a sviluppare una strategia globale per la transizione verso sistemi alimentari più sostenibili a base vegetale".

Greta Cuthell, 17 anni, di Melbourne e ambasciatrice giovanile di Plant Based Treaty dice: "Il cambiamento climatico è una minaccia esistenziale ed è la questione più importante di tutte, eppure continuiamo come prima. Come vegana appassionata e attivista ambientale, che lotta per la giustizia climatica e per un mondo equo per tutta la vita sulla terra, sostengo pienamente Emma Hurst MP nel chiedere al governo australiano di utilizzare la prossima conferenza sul cambiamento climatico di Glasgow per agire come leader mondiale sull'azione climatica basata sulle piante ora!"

Anita Krajnc, coordinatrice della campagna globale di Plant Based Treaty dice: "La sesta valutazione dell'IPCC dice chiaramente che stiamo affrontando un'emergenza metano e un terzo di queste emissioni proviene dall'agricoltura animale. Abbiamo cinque anni al massimo per fare grandi cambiamenti o affrontare la catastrofe climatica. Perciò applaudiamo i 3 politici australiani che chiedono un dibattito politico in parlamento sulla necessità di passare rapidamente ad alimenti sostenibili a base vegetale. È una questione di sopravvivenza".

Il sito Plant Based Treaty sta rapidamente guadagnando supporto politico con consigliericonsiglieri comunali in tutto il mondo e le città di Boynton Beach, Florida e Rosario, Argentina, che lo appoggiano.

In vista dei preparativi del COP26, i politici di tutto il mondo sono stati incoraggiati a firmare una dichiarazione aperta creata dagli organizzatori del Plant Based Treaty per sollecitare i governi ad affrontare l'agricoltura animale e il suo impatto sul clima, gli oceani, la biodiversità e la crisi animale.

FINE

SUI PLANT BASED TREATY

Come complemento all'accordo UNFCCC/Parigi, Plant Based Treaty è un'iniziativa popolare che chiede ai governi nazionali di negoziare un trattato internazionale di riferimento - il primo del suo genere a mettere i sistemi alimentari al centro della lotta contro la crisi climatica.

Il trattato mira ad arrestare il diffuso degrado degli ecosistemi critici causato dall'agricoltura animale, a promuovere il passaggio a diete più sane e sostenibili a base vegetale e ad invertire attivamente il danno fatto alle funzioni planetarie, ai servizi ecosistemici e alla biodiversità.

Sito web https://plantbasedtreaty.org/

Instagram: https://www.instagram.com/plantbasedtreaty

Twitter: https://twitter.com/Plant_Treaty

TikTok: https://www.tiktok.com/@plantbasedtreaty

Facebook: www.facebook.com/PlantBasedTreaty

Testo completo della mozione:

Avviso di mozione:

La signora Hurst dice...

Signor Presidente:

Comunico che il prossimo giorno di seduta mi sposterò:

  1. Che il Parlamento prende atto che:

(a) Il 31 agosto 2021, il trattato sui vegetali è stato lanciato in tutto il mondo

(b) Come complemento all'Accordo di Parigi, il Trattato sulle piante è un trattato internazionale di riferimento che mette i sistemi alimentari al centro della lotta contro la crisi climatica

(c) Il Trattato sulla base dei vegetali mira a fermare il diffuso degrado degli ecosistemi critici causato dall'agricoltura animale, a promuovere il passaggio a diete sane e sostenibili a base vegetale e a invertire attivamente il danno fatto alle funzioni planetarie, ai servizi ecosistemici e alla biodiversità

(d) L'agribusiness animale è responsabile di circa il 66% di tutte le emissioni annuali di "cibo", ma è troppo spesso lasciato fuori dalla conversazione sul clima

(e) Sono stato orgoglioso di essere il primo politico australiano ad appoggiare il trattato sulle piante, insieme al mio collega Mark Pearson MP, e spero che altri australiani si uniscano a me nel firmare il trattato

  1. Che questo Parlamento chiede al governo australiano di utilizzare la prossima Conferenza sul cambiamento climatico di Glasgow come un'opportunità per essere un leader mondiale nel riconoscere l'impatto negativo dell'agricoltura animale industriale sul cambiamento climatico e impegnarsi a sviluppare una strategia di transizione verso sistemi alimentari più sostenibili basati sulle piante

CONTATTO CON I MEDIA:
[email protected]

Canada:
Anita Krajnc, Plant Based Treaty Coordinatore della campagna globale: +1 (416) 825-6080

Regno Unito:
Nicola Harris, Plant Based Treaty Direttore delle comunicazioni: +(44) 7597 514 343

Australia:

Emma Hurst MP

[email protected]

[email protected]

0401 991 792