2023 Comunicati stampa

 

Gli attivisti per il clima allestiscono un camioncino di cibo vegano gratuito davanti alla Conferenza sul clima di Bonn per chiedere una ristorazione 100% vegetale

Gli attivisti del Trattato Plant Based offrono ai delegati sul clima gustosi hot dog vegani gratuiti e distribuiscono il documento di posizione "21 città chiedono un trattato globale a base vegetale"

Contatti con i media:
Bonn: Lisette Weustenenk, food truck: +31 6 55 51 66 15
Bonn: Tim Werner, attivista scientifico: +49 163 2011174
Globale: Anita Krajnc, coordinatrice della campagna globale, +141 6825 6080, [email protected]

File multimediali:

https://drive.google.com/drive/folders/1j53Ys3jzHME3An-2HzbdEg86dT1G_HKg?usp=sharing

Camion di riflessione:
Quando: 9, 10 e 12 giugno 2023 tra le 11.00 e le 17.00 (CET)
Dove: World Conference Center Bonn (a destra dell'ingresso), Platz d. Vereinten Nationen 2, 53113 Bonn, Germania

Documento di posizione: 21 città chiedono un trattato globale a base vegetale

Evento collaterale:
Quando: 12 giugno 2023 alle 11.45 (CET)
Dove: Sala Kaminzimmer, Centro Mondiale delle Conferenze, Conferenza sul clima di Bonn:
Titolo: Contare l'impatto dell'agricoltura industriale sul nostro clima
Partecipa online: https://www.youtube.com/watch?v=d2CBlhrTNK8

Petizione:

https://www.drove.com/campaign/6479e2413aa1f55325db3378

    1 giugno 2023 - Gli attivisti per il clima hanno parcheggiato, per il secondo anno consecutivo, un camioncino all'ingresso del World Conference Center in Germania, con l'intenzione di distribuire 2000 hot dog vegani gratuiti per dimostrare ai delegati della Conferenza sul clima di Bonn che la transizione verso un sistema alimentare a base vegetale è essenziale per affrontare l'aumento delle emissioni di gas serra legate all'alimentazione.

    L'attivista del Trattato Plant Based Lea Goodett, dei Paesi Bassi, afferma che, "Abbiamo avviato il camioncino vegano Food for Thought come modo per coinvolgere il pubblico e i responsabili delle decisioni in merito alle diete sostenibili a base vegetale. Il cibo a base vegetale non solo ha la minore impronta ambientale e climatica, ma offre piatti familiari e molto gustosi".

    Un team della Humane Society International, presente alla conferenza di Bonn, ha rivelato che vengono macellati più animali terrestri che mai. Si stima che 92,2 miliardi di animali terrestri e tra 1-3 trilioni di animali marini vengono uccisi ogni anno dal sistema alimentare, secondo l'Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura.

    Per accompagnare gli hot dog vegani, il Trattato Plant Based, che ha ottenuto lo status di osservatore delle Nazioni Unite, ha distribuito più di 100 copie del suo documento di posizione appena pubblicato, 21 città chiedono un trattato globale a base vegetaleai delegati della conferenza sul clima. Il documento chiede tagli immediati, rapidi e sostenuti alle emissioni di gas serra provenienti sia dai combustibili fossili che dall'agricoltura animale, al fine di prevenire un catastrofico collasso climatico. Anita Krajnc, coordinatrice della campagna globale del Plant Based Treaty, afferma: "Il documento di posizione mostra perché i delegati alla Conferenza di Bonn e alla COP28 di Dubai, che si terrà a dicembre, devono mettere all'ordine del giorno le emissioni alimentari. Mentre 21 città, tra cui Los Angeles ed Edimburgo, hanno approvato il Trattato Plant Based, noi chiediamo analogamente ai leader mondiali di sostenere un accordo globale su una transizione disperatamente necessaria verso un sistema alimentare a base vegetale".

    Il sistema alimentare è responsabile di un terzo delle emissioni di gas serra e farebbe saltare il bilancio del carbonio anche se i combustibili fossili fossero eliminati immediatamente. Il documento cita il Rapporto di valutazione del metano delle Nazioni Unite del 2021 che attribuisce il 32% delle emissioni di metano causate dall'uomo all'agricoltura animale, la fonte principale. La ricerca di Joseph Poore dell'Università di Oxford ha rilevato che l'83% dei terreni agricoli è utilizzato per l'allevamento di animali, ma fornisce solo il 18% delle calorie. Le prove scientifiche di uno studio di Lancet dimostrano che un sistema alimentare a base vegetale ridurrà le emissioni di gas serra di circa l'80%. 80% e libererà più di 3 miliardi di ettari di terreno per la biodiversità e l'assorbimento del carbonio.

    Lisette Weustenenk, attivista del Plant Based Treaty Nederlands, afferma: "Siamo incoraggiati dal fatto che quest'anno la Conferenza di Bonn abbia aggiunto opzioni vegane alle mense. La nostra petizione del Trattato Plant Based chiede che la COP28 e tutte le conferenze sull'ambiente si concentrino sulle soluzioni e sulle migliori pratiche piuttosto che peggiorare l'emergenza climatica, quindi vorremmo che la Conferenza sul clima di Bonn si impegnasse a offrire un catering al 100% a base vegetale".

    Lunedì 12 giugno 2023, alle 11.45 CET, Plant Based Treaty si unirà a World Animal Protection, Brighter Green, Sinergia Animal e Global Forest Coalition per un evento collaterale: Contare l'impatto dell'agricoltura industriale sul nostro clima.

    Sfondo

    Il Trattato sui Prodotti Vegetali ha 3R e 39 proposte dettagliate che chiede una transizione globale verso un sistema alimentare a base vegetale e chiede la negoziazione di un trattato globale e l'attuazione locale a livello comunale, nelle scuole, nelle università, negli ospedali, nelle aziende e in altre istituzioni locali.

    Il Trattato sui prodotti vegetali è modellato sul Trattato di non proliferazione dei combustibili fossili e si ispira ai trattati che hanno affrontato le minacce dell'esaurimento dello strato di ozono e delle armi nucleari. Dal suo lancio nell'agosto 2021, l'iniziativa è stata approvata da 21 città tra cui la Capitale scozzese Edimburgo, Los Angeles e Ahmedabad e ha ricevuto il sostegno di 100.000 sostenitori individuali, 5 premi Nobel, scienziati dell'IPCC, Sir Paul, Mary e Stella McCartney, oltre 3.000 ONG, gruppi comunitari e aziende, tra cui Oceanic Preservation Society e capitoli di Greenpeace, Friends of the Earth ed Extinction Rebellion.