Cos'è il Plant Based Treaty?

L'adozione di un trattato basato sulle piante come complemento all'accordo UNFCCC/Parigi metterà i sistemi alimentari al centro della lotta contro la crisi climatica. Il trattato mira ad arrestare il diffuso degrado degli ecosistemi critici causato dall'agricoltura animale, a promuovere il passaggio a diete più sane e sostenibili a base vegetale e ad invertire attivamente i danni causati alle funzioni planetarie, ai servizi ecosistemici e alla biodiversità.

Il sito Plant Based Treaty ha tre principi fondamentali:

Rinunciare a

No ad ulteriori cambi di utilizzo delle terre, distruzione degli ecosistemi e deforestazione ai fini dell’industria zootecnica e della pesca

Reindirizzare

Una transizione attiva dai sistemi alimentari basati sugli animali a quelli basati sulle piante

Ripristinare

Ripristinare attivamente gli ecosistemi chiave, in particolare ripristinando le foreste e rinaturalizzando i paesaggi

PERSONE SOSTENITRICI

ORGANIZZAZIONI SOSTENITRICI

AZIENDE SOSTENITRICI 

CITTÀ E STATI SOSTENITRICI

Perché abbiamo bisogno di un Plant Based Treaty?

I combustibili fossili e l'agricoltura animale sono la forza trainante del riscaldamento globale inarrestabile, nonché della perdita di biodiversità, della deforestazione su larga scala, dell'estinzione delle specie, dell'esaurimento delle acque, del degrado del suolo e delle zone morte degli oceani. Affrontare il problema dei combustibili fossili da soli non è sufficiente: è necessario intervenire anche sui sistemi alimentari; è qui che entra in gioco il Trattato sui prodotti vegetali. I tre principali gas serra - anidride carbonica, metano e protossido di azoto - sono a livelli devastanti e in rapida accelerazione.

L'agricoltura animale sta guidando il furto di terre indigene in Amazzonia; sottoponendo le comunità emarginate dal punto di vista razziale ed etnico a quantità sproporzionate di rifiuti tossici provenienti da allevamenti e macelli, oltre ad esporre i lavoratori a sostanze chimiche tossiche, condizioni di lavoro pericolose e gravi traumi.

Plant Based Treaty Endorsers

"Per sapere se qualcuno vuole davvero lottare per la giustizia, bisogna vedere cosa mangia".

Jesusa Rodríguez

Senatore, Messico

Plant Based Treaty Endorsers

"Crediamo nella giustizia per gli animali, l'ambiente e le persone. Per questo sosteniamo il Trattato sui prodotti a base vegetale ed esortiamo individui e governi a firmarlo".

Paul, Mary e Stella McCartney

Plant Based Treaty Endorsers

"Appoggio il Trattato sui Prodotti Vegetali perché affronta le maggiori fonti di emissioni di gas serra in un modo duplice, parallelo a quello che deve essere fatto per le emissioni di combustibili fossili: congelare l'ulteriore sviluppo e eliminare i sistemi industriali intensivi esistenti che producono carne e latticini a basso costo a spese di enormi sofferenze animali."

Danny Harvey

Autore principale del 4° e 5° Rapporto di Valutazione dell'IPCC, Gruppo di Lavoro III.

Incontra chi ci sostiene

We can create a better world.
Let’s grow.

Firma il Plant Based Treaty