2022 Comunicati stampa

 

Giornata mondiale del polpo: Proteste presso le ambasciate spagnole per fermare il primo allevamento di polpi al mondo

Contatti con i media:
Anita Krajnc: 416-825-6080 [email protected]
Nicola Harris: +447597514343 [email protected]

File multimediali: https://drive.google.com/drive/folders/1BYTZ-FDWDom6AwjzUQnBVoRDW9c4vWhX?usp=sharing

Scienziati, celebrità e leader interreligiosi denunciano l'allevamento di polpi come "insostenibile, inquinante e crudele". 

LAS PALMAS DE GRAN CANARIA, Spagna (7 ottobre 2022) - Trattato a base vegetale, In Difesa degli Animali e Fondazione Ocean Borninsieme a scienziati, autori e celebrità, sollecitano il governo spagnolo a prendere posizione contro l'allevamento di polpi e a bloccare i piani della multinazionale Nueva Pescanova di aprire il primo allevamento di polpi al mondo nel 2023.

Le proteste si svolgeranno davanti alle ambasciate spagnole, ai ristoranti che vendono polpi e agli acquari sabato 8 ottobre in più di 20 località, tra cui Barcellona, Buenos Aires, Edmonton, Gran Canaria, Tel Aviv, Toronto, Città del Messico e Mumbai. 

L'autrice Sy Montgomery una lettura online del libro da L'anima di un polpo sabato 8 ottobre alle 12:00 EST. Dice,

"Uccidere una persona sensibile, emotiva e intelligente come un polpo per mangiarla è uno spreco come bruciare i capolavori del Rinascimento per cucinare la cena". 

Jennifer Jacquet, professoressa associata di Studi ambientali alla New York University che ha presentato un obiezione formale al processo di pianificazione nelle Isole Canarie, ha dichiarato,

"Il governo ha autorizzato la fabbrica di Pescanova, che sarà sovvenzionata dai contribuenti per produrre polpi in massa per i mercati di lusso. Questo non è visionario: è insostenibile, inquinante e crudele. C'è ancora tempo per ribaltare la decisione. Dobbiamo fermare l'allevamento di polpi prima che inizi".

 Paul Wesley, attore e sostenitore del Trattato Plant Based, ha dichiarato,

"I polpi sono una delle creature più affascinanti della Terra. Sono esseri selvaggiamente intelligenti e senzienti, capaci di comportamenti cognitivi di alto livello. L'idea di creare una "fattoria di polpi" dove saranno torturati per tutta la vita e uccisi per il profitto di massa è oltremodo devastante e sconcertante. Dobbiamo impedire all'azienda Nueva Pescanova di commettere questa orribile atrocità morale. "

Jonathan Balcombe, PhD, biologo e autore di "What a Fish Knows", ha dichiarato,

"La scienza dimostra che i polpi sono esseri senzienti, individui coscienti con personalità, interessi e sentimenti. L'idea di allevarli per il consumo umano non ha posto nella società moderna".

Più di 4500 sostenitori del Trattato Plant Based hanno scritto ai funzionari delle Isole Canarie chiedendo di bloccare i piani presentati da Nueva Pescanova per la costruzione del primo allevamento commerciale di polpi al mondo. Inoltre, più di 55.000 sostenitori hanno firmato una petizione che chiede ai governi di Spagna e Gran Canaria di intervenire per fermare l'allevamento di polpi e riconoscere i polpi come esseri senzienti.

I leader interreligiosi di oltre 30 ONG hanno firmato una lettera aperta che chiede la fine degli allevamenti di polpi per evitare la crisi del clima e degli oceani. La lettera afferma che,

"I polpi sono creature di Dio e sono animali incredibili che dovrebbero essere trattati con amore e gentilezza, non imprigionati e macellati. Non dovrebbero mai essere rinchiusi in vasche, allevati in fattorie, mangiati o maltrattati in alcun modo. Questi geni a otto braccia sono giocosi, curiosi, sensibili, determinati e, proprio come ogni altro animale su questo pianeta, meritano la nostra protezione".

Anita Krajnc, coordinatrice della campagna globale del Trattato Plant Based, ha dichiarato, 

"I polpi hanno tre cuori, ma noi possiamo salvarli con uno solo. Il modo migliore per celebrare la Giornata mondiale del polpo sarebbe quello di riconoscere la loro sensibilità per legge e vietare tutti gli allevamenti di polpi come quello progettato dalla multinazionale Nueva Pescanova. Ci sono molte alternative di pesce a base vegetale, deliziose e nutrienti, che potrebbero salvare pesci e polpi e alleviare la crisi degli oceani".

Nicola Harris, direttrice della comunicazione del Trattato Plant Based, ha affermato che, 

"Scienziati, ONG, leader interreligiosi sono tutti uniti nella convinzione che l'allevamento dei polpi sia un disastro sia per le vittime dei polpi che per il collasso dell'ecosistema. Il Plant Based Treaty chiede di fermare l'espansione dell'agricoltura animale e di passare a diete a base vegetale, in modo da poter vivere in sicurezza entro i confini del pianeta". 

Katie Nolan, attivista di "In Defense of Animals", ha affermato che 

"I nostri membri sono inorriditi dai piani della Spagna di aprire il primo allevamento di polpi al mondo proprio quando stiamo iniziando a riconoscere l'intelligenza mozzafiato e l'individualismo di questa specie. I polpi sono creature così affascinanti e siamo felici che eminenti scienziati, politici e celebrità si uniscano al nostro movimento per porre fine alla crudeltà della macellazione a scopo alimentare". 

Carolina Manhusen Schwab, presidente della Fondazione Ocean Born, ha dichiarato,

"Oltre alle numerose e allarmanti questioni etiche legate all'allevamento intensivo di polpi, la Ocean Born Foundation ritiene che l'allevamento sia in contrasto con le Linee guida strategiche per l'acquacoltura dell'UE. L'alimentazione dei polpi aumenterà la pressione sulle popolazioni di pesci selvatici già esaurite, aggravata dal fatto che occorrono 3 kg di mangime per ottenere 1 kg di carne di polpo.... La loro dieta carnivora è insostenibile per l'ambiente e rappresenta un modo altamente inefficiente e dispendioso di produrre cibo".

Sfondo

L'azienda spagnola Nueva Pescanova ha investito circa 63 milioni di dollari per costruire il primo allevamento commerciale di polpi al mondo a Las Palmas, Gran Canaria, Isole Canarie. Negli ultimi anni, la domanda di polpi è aumentata vertiginosamente in diversi Paesi mediterranei in Europa, così come in Asia, Messico e Stati Uniti. Come diretta conseguenza di questo aumento della domanda dei consumatori, le industrie alimentari sono propense ad allevare polpi in cattività.

Il polpo è presente in molti menu e nei negozi di alimentari di tutto il mondo e i ricercatori stimano che ogni anno vengano pescate circa 50.000 tonnellate di polpo. Tuttavia, attualmente non esistono leggi in Europa, Stati Uniti, Messico o Giappone che proteggano i polpi d'allevamento dalle sofferenze, in particolare da metodi di uccisione aberranti. Nueva Pescanova si è rifiutata di spiegare come verranno allevati o uccisi i polpi. Tuttavia, i polpi catturati in natura vengono generalmente uccisi a colpi di bastone, tagliando il cervello senza anestesia, asfissiandoli in una rete o raffreddandoli nel ghiaccio. Gli scienziati hanno anche studiato tre nuovi metodi di macellazione, tra cui:

  • Metodi chimici - una dose eccessiva di cloruro di magnesio, etanale e olio di chiodi di garofano.
  • Metodi meccanici - distruzione del cervello mediante taglio tra gli occhi o decapitazione.
  • Metodi elettrici - elettrocuzione dei polpi facendo passare una corrente elettrica attraverso il loro corpo.

I polpi sono animali intelligenti e senzienti, capaci di provare emozioni come gioia, dolore e paura. La ricerca scientifica ha dimostrato che i polpi sperimentano una gamma di stati d'animo, da quello scontroso a quello giocoso, proprio come gli esseri umani, e mostrano una notevole curiosità e capacità di risolvere i problemi. I polpi usano strumenti, pianificano il futuro e fanno persino amicizia con altre specie.

Attività:

Contatti:

  • Trattato a base vegetale, coordinatrice della campagna globale, Anita Krajnc, [email protected]
  • In difesa degli animali, direttore delle campagne, Lisa Levinson, [email protected], +1 215-620-2130
  • Fondazione Ocean Born, Presidente, Carolina Manhusen Schwab, [email protected], +34 674 424 644

Trattato a base vegetale è modellato sul Trattato di non proliferazione dei combustibili fossili e si ispira ai trattati che hanno affrontato le minacce dell'esaurimento dello strato di ozono e delle armi nucleari. Attraverso i suoi tre principi fondamentali: Rinuncia, Riorientamento e Ripristino, il trattato mira a bloccare l'espansione dell'agricoltura animale, accelerare il passaggio a diete a base vegetale e ripristinare gli ecosistemi critici. Il trattato è stato approvato da 18 governi municipali di tutto il mondo, 55.000 sostenitori individuali, 5 premi Nobel, scienziati dell'IPCC, 1800 ONG, gruppi comunitari e imprese. www.plantbasedtreaty.org

In difesa degli animali è un'organizzazione internazionale per la protezione degli animali con oltre 250.000 sostenitori e una storia di 39 anni di lotta per gli animali, le persone e l'ambiente attraverso l'educazione, le campagne e le strutture di soccorso in India, Corea del Sud e Mississippi rurale. www.idausa.org

Fondazione Ocean Born è un'organizzazione che eroga sovvenzioni per immettere sul mercato prodotti competitivi che garantiscano il minor impatto ambientale possibile e di cui tutti i profitti (100%) sono devoluti a progetti di pulizia e conservazione degli oceani. www.oceanbornfoundation.org