Perché Plant Based Treaty?

Le industrie zootecnica e della pesca sono tra le principali responsabili della crisi climatica

Stiamo affrontando una crisi climatica, oceanica e della biodiversità. L'industria dei combustibili fossili insieme alle industrie zootecnica e della pesca sono la forza trainante dell'attuale inarrestabile riscaldamento globale, così come della perdita di biodiversità, della deforestazione su larga scala, dell'estinzione di massa delle specie, dell'impoverimento dell'acqua, del degrado del suolo e delle zone morte degli oceani.

Affrontare i combustibili fossili da soli non è sufficiente - abbiamo bisogno di agire anche sui sistemi alimentari; è qui che entra in gioco Plant Based Treaty . I tre principali gas serra - anidride carbonica, metano e protossido di azoto - sono a livelli record e in rapida accelerazione; l'agricoltura animale contribuisce a tutti e tre, ma è il principale motore delle emissioni di metano e protossido di azoto a livello globale.

L'agricoltura animale sta guidando il furto di terre indigene in Amazzonia; sottoponendo le comunità emarginate dal punto di vista razziale ed etnico a quantità sproporzionate di rifiuti tossici provenienti da allevamenti e macelli, oltre ad esporre i lavoratori a sostanze chimiche tossiche, condizioni di lavoro pericolose e gravi traumi.

Nel sesto rapporto dell'IPCC  la scienza avverte che dobbiamo azzerare le emissioni di metano altrimenti affronteremo il collasso climatico. Durwood Zaelke, presidente dell'Institute for Governance and Sustainable Development e revisore principale per l'IPCC, ha detto che la riduzione delle emissioni di metano è probabilmente l'unica alternativa che abbiamo per evitare un aumento della temperatura di 1,5 gradi sopra i livelli pre-industriali, oltre la quale le condizioni meteo estreme aumenteranno e diversi punti di non ritorno planetari potrebbero essere innescati, da cui non si potrà tornare indietro. Zaelke sottolinea che "fermare le emissioni di metano è la più grande opportunità per rallentare il riscaldamento da qui al 2040. Dobbiamo affrontare questa emergenza".

In breve, i tre gas serra devono essere affrontati con urgenza e in egual misura. Le soluzioni plant-based e quelle energetiche che possono mitigare questo disastro sono alla nostra portata - dobbiamo solo implementarle.

Il business as usual non è un'opzione

Abbiamo urgente bisogno di agire ora basandoci sulla scienza che è a nostra disposizione, e cercando di riunire l’intera società sotto un unico accordo che affronti attivamente la crescente crisi climatico-ecologica.

Non c'è mai stato un bisogno più urgente di un Plant Based Treaty. L'accordo sul clima di Parigi tace sull'agricoltura animale, nonostante sia un contributore critico al riscaldamento globale e una parte essenziale del raggiungimento degli obiettivi climatici. Come ha osservato l'istituto politico indipendente Chatham House nel suo rapporto del 2014, "spostare la domanda globale di carne e prodotti lattiero-caseari è centrale per raggiungere gli obiettivi climatici". Questa posizione è fortemente sostenuta da scienziati di tutto il mondo, tra cui il ricercatore dell'Università di Oxford Michael Clarkche sottolinea che "anche se le emissioni di combustibili fossili si fermassero immediatamente, le emissioni dei nostri sistemi alimentari da sole potrebbero aumentare le temperature globali di più di 1,5 C".

Il direttore svedese del Potsdam Institute for Climate Impact Research,Johan Rockström, che per primo ha identificato e quantificato i confini planetari, dice: "I rischi che affrontiamo sono così grandi che il business as usual non è un'opzione".

Cos'è l'Accordo di Parigi?

Adottato nel 2015, l' Accordo di Parigi sul Clima è un trattato internazionale legalmente vincolante che impegna quasi tutti i governi del mondo ad affrontare la crisi climatica.

Il trattato mira a limitare l'aumento della temperatura a 1,5°C per evitare i peggiori impatti del riscaldamento globale. L'accordo di Parigi riconosce che qualsiasi aumento della temperatura avrà conseguenze che altereranno la vita del nostro pianeta, ma oltre i 2°C sarà catastrofico. Qualsiasi aumento della temperatura aumenta le possibilità di estati artiche senza ghiaccio, di mammiferi che perdono il loro habitat e di avere sempre più aree soggette ad incendi, come specificato dalle Nazioni Unite sul cambiamento climatico.

Prove scientifiche schiaccianti

L'accordo di Parigi lascia ai paesi, alle imprese e agli individui il compito di agire per un cambiamento. Tuttavia, i cambiamenti trasformativi del nostro sistema alimentare sono stati ampiamente ignorati e a volte anche contrastati a livello governativo. 

Il schiacciante evidenza scientifica mette a nudo l'impatto calamitoso dell'agricoltura animale sui nostri confini planetari e indica una rivoluzione alimentare a base vegetale come soluzione essenziale. Secondo ProVeg International e scienziati di spicco di una serie di istituzioni accademiche e di ricerca, sarà impossibile per qualsiasi governo raggiungere gli obiettivi fissati nell'ambito dell'accordo di Parigi senza un grande cambiamento verso diete a base vegetale, anche se le attuali emissioni di combustibili fossili sono completamente fermate.

Animal agriculture is ‘responsible for around 66% of all food’s annual emissions, yet provides only 18% of calories’
– Johan Falk, 2020

Direzione: la fornace

La temperatura media della Terra  ha già superato 1°C rispetto all'era preindustriale, e l'ultimo periodo di cinque anni è stato il più caldo mai registrato. Nel 2021 l'agenzia meteorologica dell'ONU, l'Organizzazione Meteorologica Mondiale, ha riferito che è sempre più probabile che le temperature medie globali saliranno oltre 1,5°C in almeno uno dei prossimi cinque anni, con una probabilità del 90% che almeno un anno tra il 2021-2025 diventi il più caldo tra i record.

Le temperature globali sono legate alla concentrazione di CO2 nell'atmosfera. Secondo il Dr James E. Hansen dell'  Earth Institute,il livello sicuro potrebbe essere di 350 parti per milione (ppm), tuttavia questo livello è stato raggiunto nel 1998 e abbiamo superato un livello record di420 ppm nell'aprile 2021. L' IPCC ritiene che una volta superate le 450 ppm, un aumento della temperatura di 2°C potrebbe essere inevitabile.

Perché un Plant Based Treaty?

Just like the Paris Agreement, the Plant Based Treaty recognizes that no one single country can tackle the ecological impact of animal agriculture by itself. A global solution to a global emergency is essential to avert a climate catastrophe. 

Attraverso un cambiamento sia individuale che di sistema, le comunità, le imprese e il governo possono lavorare insieme a tutti i livelli e ad ogni punto di intervento.

Adopting a vegan diet is the single biggest action a person can take for the planet and the IPCC agrees that a shift towards plant-based diets can significantly reduce food related greenhouse gas emissions. An Oxford University study calculated that large changes in the food system would be necessary, that is, everyone adopting a plant-based diet on a global scale, to reduce food emissions as much as 70%.

Oltre le emissioni

Come complemento all'Accordo di Parigi, il sito Plant Based Treaty offre soluzioni significative e un percorso solido che ridurrà il nostro impatto planetario. Con un impegno legalmente vincolante per le nostre tre R: Rinunciare, Ridurre e Ripristinare, le nazioni possono raggiungere e superare i loro obiettivi di riduzione delle emissioni, oltre ad assorbire il carbonio in eccesso dall'atmosfera attraverso il rewilding e la riforestazione, portandoci a livelli sicuri. Non solo, ma un Plant Based Treaty avrà un impatto positivo su molte altre aree di pericolosa preoccupazione, come:

  • Livelli di metano e protossido di azoto
  • Deforestazione e cambio d'utilizzo delle terre
  • Estinzione di specie e perdita di biodiversità
  • Inquinamento dell'acqua e dell'aria
  • Eutrofizzazione
  • Zone morte oceaniche, acidificazione e sbiancamento dei coralli
  • Rischio di zoonosi e pandemie
  • Salute pubblica e benessere 
  • Deserti alimentari e accessibilità al cibo 
  • Protezione delle comunità indigene

Infatti, una trasformazione verso un sistema alimentare completamente vegetale avrà un impatto positivo su più confini planetari rispetto a qualsiasi altra soluzione climatica.

Dobbiamo agire ora

Il primissimo bilancio globale dell'Accordo di Parigi avrà luogo dal 2021-2023 e il processo sarà ripetuto ogni 5 anni. Il bilancio valuterà i progressi collettivi del mondo.

Le conclusioni del bilancio non saranno prescrittive, ma consisteranno in raccomandazioni, buone pratiche, nuove opportunità e lezioni apprese. 

Qui c'è un'opportunità per Plant Based Treaty di essere inclusi in queste raccomandazioni. Se costruiamo lo slancio e creiamo abbastanza pressione dal basso verso l'alto da parte del pubblico, degli scienziati, delle imprese e dei governi comunali, possiamo plasmare le politiche e aiutare a stabilire il ritmo della riforma. È ora di fare un po' di rumore!

Come possiamo fare pressione e costruire il momentum?

La minaccia esistenziale che stiamo affrontando mentre navighiamo verso uno scenario alla Mad Max è preoccupante, ma abbiamo ancora tempo per invertire la rotta. Dobbiamo agire adesso e farlo velocemente! 

And that’s where you come in! Whether you are acting alone or as part of a climate action group, school, hospital, business, or city, you can be part of a growing do-it-together movement forging change and helping build a brighter future for generations to come. Click here to start a PBT team or register for an introductory call.

Appoggia il sito Plant Based Treaty se non l'hai già fatto, poi dì ai tuoi amici, familiari e colleghi di saltare a bordo. Visita il nostro centro della campagna per essere attivi, fai una donazione se puoi e iscriviti alla nostra newsletter per gli avvisi di azione e gli aggiornamenti.

Se cerchi aiuto e sostegno per intraprendere un'alimentazione completamente vegetale, scopri di più suimpegno 100% vegetale. L'alimentazione a base vegetale è l'azione più incisiva che puoi attuare da ora per salvare il pianeta, oltre a tante altre cose che puoi fare. Consulta la nostra guida per ridurre la tua impronta di carbonio.

Insieme possiamo creare un mondo migliore. Unisciti a noi.

FIRMARE IL TRATTATO A BASE VEGETALE

Aderisci come individuo


Aderisci come individuo

Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Aderisci come organizzazione


Aderisci come organizzazione

Potrebbero trascorrere fino a 7 giorni prima che il nome della vostra organizzazione appaia nell'elenco di chi sostiene Plant Based Treaty
Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento

Aderisci come azienda


Aderisci come azienda

Potrebbero trascorrere fino a 7 giorni prima che il nome della vostra azienda appaia nell'elenco di chi ci sostiene
Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento

Aderisci come città


Aderisci come città

Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Let’s be friends

Ci piace essere socievoli, ed è per questo che ci troverete su tutte le principali piattaforme di social media! Pensiamo che siano un ottimo strumento per costruire una comunità online dove possiamo condividere notizie, idee e azioni. Ci piacerebbe che anche tu ti unissi a noi. Seguici!