Blog

Inviti urgenti all'azione per la Giornata della Terra

18 aprile 2024 

Il 22 aprile è la Giornata della Terra! È il momento di celebrare la nostra bellissima Terra, le creature che la abitano e di impegnarsi a fare cambiamenti positivi. Tutto ciò che facciamo è importante, ma quest'anno cerchiamo di andare oltre le attività simboliche e di agire concretamente prima che sia troppo tardi. Le organizzazioni dovrebbero lanciare urgentemente un appello all'azione e sostenere la transizione verso un sistema alimentare a base vegetale. Come spiega il rapporto Safe and Just, "siamo sulla buona strada per un collasso dei sistemi e delle società della Terra, a meno che non si agisca con coraggio sui sistemi alimentari".

Sarebbe estremamente vantaggioso per le organizzazioni della Giornata della Terra aggiungere i sistemi alimentari ai loro appelli all'azione e incoraggiare le persone ad abbandonare l'agricoltura animale e il consumo di animali e prodotti animali. Queste organizzazioni possono raggiungere molte persone con le loro campagne e i loro programmi e la Giornata della Terra è il momento perfetto per incoraggiare tutti a mangiare più vegetali. Affrontare il problema dei combustibili fossili da soli non è sufficiente: occorre intervenire anche sui sistemi alimentari; è qui che entra in gioco il sito Trattato Plant Based . Dobbiamo lavorare tutti insieme per un cambiamento positivo.

Continuate a leggere per scoprire cosa possono fare gli ambientalisti e i gruppi ambientalisti per la Giornata della Terra e le organizzazioni che si stanno impegnando per salvare il nostro pianeta.

Cosa possono fare gli ambientalisti?

Ciò che mangiamo è importante! Adottare una dieta a base vegetale è la cosa più importante che si possa fare per la Giornata della Terra. Il rapporto speciale dell'IPCC sul cambiamento climatico e la terra concorda sul fatto che il passaggio a una dieta a base vegetale ridurrà drasticamente le emissioni di gas serra legate all'alimentazione.

Sì, dobbiamo ridurre il consumo di combustibili fossili, ma non basta. I sistemi alimentari devono cambiare immediatamente e dobbiamo abbandonare l'agricoltura animale e promuovere il passaggio a una dieta sana e più sostenibile a base vegetale.

"C'è una crisi del clima, degli oceani e della biodiversità. I combustibili fossili e l'agricoltura animale sono la forza trainante di un riscaldamento globale inarrestabile, oltre che di un'ampia perdita di biodiversità, di una deforestazione su larga scala, dell'estinzione delle specie, dell'esaurimento delle acque, del degrado del suolo e delle zone morte degli oceani".

Come spiegato nel Rapporto Safe & Just, ci troviamo all'incrocio tra urgenza e speranza: il sistema alimentare globale deve diventare un futuro serbatoio di carbonio e un agente fondamentale per rigenerare e rafforzare l'innata resilienza della nostra biosfera.

L'agricoltura animale contribuisce a tutti e tre i principali gas serra ed è la causa principale delle emissioni di metano e protossido di azoto a livello globale. Dobbiamo incoraggiare amici, familiari e colleghi a firmare il sito Trattato Plant Based e a scaricare lo starter kit vegano gratuito.

Non dimenticatevi di consultare l'hub di lettura, di firmare le petizioni e di chiedere anche alla vostra città di approvarlo.

Siete alla ricerca di materiale da leggere? Aggiungete questi alla vostra lista!

Regenesi: Nutrire il mondo senza divorare il pianeta

Essere il cambiamento: Vivere bene e innescare una rivoluzione climatica

Finalmente in salute: un approccio a base vegetale per prevenire e curare il diabete e altre malattie croniche

Ospitare una proiezione per la Giornata della Terra

Organizzate una proiezione per la Giornata della Terra! Se siete già vegani o attivisti per il clima (grazie!), è comunque importante guardare i documentari perché sono ricchi di prove da usare nelle conversazioni. Scegliete quindi un film e un pasto sano o dite agli ospiti che è una serata di cinema vegano.

Mangiare la nostra strada verso l'estinzione

Tu sei ciò che mangi: Un esperimento sui gemelli

Che cosa è la salute

I cambi di gioco

Pirateria marittima

Cowspiracy: Il segreto della sostenibilità

Cosa possono fare i gruppi ambientalisti?

I gruppi ambientalisti devono condividere informazioni veritiere sull'agricoltura animale e dare l'esempio con campagne alimentari a base vegetale. Greenpeace prende sul serio la lotta per il clima e si batte per un'alimentazione sostenibile, oltre a sfidare le multinazionali dei combustibili fossili e a ritenerle responsabili dei loro crimini.

"Greenpeace chiede un futuro sano che garantisca ai nostri figli di vivere in un mondo con aria pulita, foreste abbondanti e un clima stabile. Per fortuna, un movimento globale sta crescendo in risposta: un movimento che ha voglia di un modo migliore di mangiare e produrre cibo.

 

Dobbiamo dire no ai massicci sussidi governativi per espandere le megafattorie. Dobbiamo mangiare meno carne e latticini e più vegetali. Dobbiamo chiedere un sistema alimentare globale che sia equo e sostenibile per gli agricoltori e i lavoratori del settore alimentare. Insieme, siamo determinati a cambiare il futuro del cibo".

© Kristian Buus / Greenpeace

Greenpeace sostiene che l'industria della carne sta facendo esattamente quello che fanno le grandi compagnie petrolifere per combattere l'azione per il clima e afferma che il manuale di marketing che utilizza non è diverso da quello utilizzato dalle industrie del tabacco o dell'alcol negli ultimi decenni.

Un'altra organizzazione ambientalista con una campagna sull'alimentazione a base vegetale è il World Wildlife Fund (WWF). L'organizzazione condivide continuamente informazioni sull'importanza delle diete a base vegetale e si avvale di prove scientifiche.  

"Le diete a base vegetale garantiranno a tutti gli abitanti del pianeta cibo sano e nutriente e contribuiranno a piegare la curva degli impatti negativi del sistema alimentare, passando da un sistema che sfrutta il pianeta a uno che lo ripristina per la natura e le persone."

Il WWF spiega che il passaggio a una dieta a base vegetale aiuta a invertire la perdita di biodiversità, ad arrestare la deforestazione e a ridurre l'uso dell'acqua e l'inquinamento. Il WWF afferma che dobbiamo vedere i segnali di allarme di un pianeta in crisi sotto forma di cambiamenti climatici, salute umana, pandemie e perdita di biodiversità. Queste informazioni imperative dovrebbero essere al centro delle campagne per la Giornata della Terra; le organizzazioni possono raggiungere le masse attraverso workshop, seminari, omaggi alimentari, proiezioni, campagne sui social media ed educazione nelle scuole.

Il Forum EAT è la piattaforma globale basata sulla scienza per la trasformazione del sistema alimentare e la Commissione EAT-Lancet suggerisce una dieta globale per la salute planetaria che sia buona per il pianeta e per le persone. Trattato Plant Based cerca di guidare il cambiamento della dieta su scala, da una dieta vegana alla dieta per la salute planetaria di EAT-Lancet, che ridurrebbe il consumo di alimenti di origine animale in quasi tutti i Paesi sviluppati del 75% entro il 2050.

I gruppi ambientalisti possono aderire al sito Trattato Plant Based come organizzazione e unirsi a migliaia di altri, tra cui l'Alleanza per la Salute sul Cambiamento Climatico del Regno Unito e della Germania, il Physicians Committee For Responsible Medicine e i capitoli di Fridays For Future, Greenpeace e Friends of Earth.

Naturalmente, è utile durante la Giornata della Terra (e ogni giorno!) camminare invece di guidare, eliminare la plastica, volare di meno, risparmiare energia a casa, pulire le spiagge, rifiutare la moda veloce e riciclare, ma è fondamentale che tutte le organizzazioni ambientaliste vadano oltre e sostengano una transizione verso un sistema alimentare a base vegetale. In effetti, potete essere voi a cambiare le cose con il vostro prossimo pasto.

Miriam Porter è una scrittrice pluripremiata che scrive di veganismo, giustizia sociale e viaggi ecologici. Miriam vive attualmente a Toronto con suo figlio Noah e molti amici pelosi salvati. È un'appassionata attivista per i diritti degli animali e si fa portavoce di coloro la cui voce non può essere ascoltata.